Biotecnologie e sicurezza:corso 2014

Da destra a sinistra: Dott. Uranio Mazzanti, Dott.ssa Patrizia Di Stefano, Dott.ssa Elena Sturchio, Dott.ssa Giuditta Simoncelli, Sig. Alessio Scarelli, Dott.ssa Chiara Scrocco, Sig.na Gilla Mazzanti.

Guarda la gallery dell'evento

“Comunicazione formativa sulla sicurezza: un moderno approccio all'accezione estesa della sicurezza”.

Questa l'opportunità di visione che è stata offerta da INAIL in occasione del Corso “Biotecnologie e sicurezza. Ricerca e Scuola per l’innovazione realizzato presso il Parlamentino INAIL il 27 novembre 2014.

Nel suo messaggio di apertura, il Dott. Piero Iacono, vicario del direttore della DC Ricerca di INAIL, ha sottolineato come la sicurezza, oltre che nella fondamentale accezione di prevenzione dagli infortuni, possa avere un ruolo nel superamento dell'antagonismo ideologico tra specializzazione scientifico tecnologica e visione umanistica.

Visione questa che è stata ripresa ed estesa dal Prof Luigi Berlinguer e di fatto tema trasversale della giornata di approfondimento intorno alle diverse declinazioni della sicurezza. Da quella specifica applicata ai laboratori biotecnologici, strumento indispensabile per affrontare una delle branche più affascinanti della scienza, è possibile sviluppare un percorso didattico e culturale dei giovani coinvolgendoli attivamente insieme ai loro docenti.

A questi, che numerosi sono intervenuti al corso, è infatti data opportunità di spingere gli studenti a sviluppare competenza e continua curiosità nello specifico campo delle biotecnologie: dalle sue implicazioni nella prevenzione a strumento sempre più raffinato di comprensione dei meccanismi epigenetici alla base dell'evoluzione della vita.

Indiscussa competenza e "giovanile" passione sono state testimoniate, con le loro relazioni del Prof Luigi Berlinguer, Prof. Giuseppe Macino, Dott.ssa Laura Nicolini e Prof. Norberto Pogna confermando quanto metodo scientifico e visione umanistica siano possibile via al superamento del disorientamento dei giovani e strumento di prevenzione dal rischio di dispersione dell'irripetibile opportunità formativa offerta loro dalla scuola.

Uranio Mazzanti

 

divider

 

Nella splendida corIMG-20141127-WA0007nice del Parlamentino INAIL, in Via IV novembre, a Roma, si è svolto il Corso per i docenti, "Biotecnologie e Sicurezza: ricerca e scuola per l'innovazione", Riconosciuto dall'Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio con DM. n.  90/2003 (ART.5) coordinato dalla Dott.ssa Elena Sturchio del DIT-INAIL, referente del "Gruppo di Ricerca Biotecnologie e sicurezza".

Il Corso è il risultato della sinergia tra INAIL e il MINISTERO DELLA SALUTE e di un lungo cammino di divulgazione e formazione sulla sicurezza nei laboratori, nell'ambito delle Biotecnologie, affiancato da una particolare attenzione alle modalità di comunicazione scientifica che, negli anni,  ha consentito la realizzazione di diversi prodotti formativi.

Centrale, nell'attività divulgativa del gruppo di Ricerca, l'attenzione alle scuole e alla formazione degli studenti, con la doppia finalità di un'azione di prevenzione dedicata ai IMG-20141127-WA0006giovani che si avvicinano alle professioni scientifiche e alle attività di laboratorio e di avvicinamento dei giovani alle professioni della Ricerca, evidenziate dall'Europa come motore trainante nel percorso di innovazione e progresso.

In modo particolare le Biotecnologie e le Scienze della Vita affiancate alle tecnologie di comunicazione, sono identificate dalla Comunità Europea come i contesti di sviluppo delle nuove professionalità, irrinunciabili nel percorso di crescita e sviluppo della "società della conoscenza".

Il Corso è alla sua seconda edizione e ha visto la partecipazione di insegnanti provenienti da Istituti di scuola secondaria superiori sparsi nel territorio di Roma e Lazio.

poster

Scarica la locandina dell'evento

 L'apertura dei lavori è stata avviata dagli interventi del Dott. Piero Iacono, Dirigente del Settore Ricerca INAIL, il Dott. Francesco Bonetto, Referente del Progetto CCM per il Ministero della Salute e il Dott. Ing. Paolo Pittiglio, Direttore del DIT -INAIL.

Illuminato l'intervento del Prof. Luigi Berlinguer che ha sottolineato l'importanza dell'iniziativa nella coniugazione tra la cultura scientifica e quella umanistica nel particolare inquadramento della cultura della sicurezza e dell'educazione dei giovani alla mentalità della prevenzione, nell'avvicinamento degli studenti alla cultura della Ricerca. In modo particolare il Professore ha evidenziato la centralità degli insegnanti nella maturazione dei giovani e della lorocapacità e del loro talento in quel percorso necessario di adeguamento della scuola ai cambiamenti e alle prospettive del futuro occupazionale.

loca1

Scarica la brochure con il programma

Il Corso è stato moderato dalla Dott.ssa Elena Sturchio e dal Dott. Uranio Mazzanti, A.U. di CRF Sc Organismo cooperativo di Ricerca, che hanno presentato ai docenti il percorso di anni insieme alle scuole di Roma e gli obiettivi del nuovo Progetto avviato con diversi Istituti e finanziato dall'INAIL "Biotechnology and Information technology: research, safety and scientific innovation for tomorrow's Europe ".

Gli aspetti scientifici e di aggiornamento hanno impegnato i docenti per la giornata, negli interessanti e approfonditi interventi della Dott.ssa Laura Nicolini, Direttore del Settore Biologico presso l'Istituto Superiore di Sanità, che ha illustrato  gli aspetti della normativa e i requisiti delle misure di contenimento nei laboratori scientifici e norme di
comportamento, del Prof. Norberto Pogna, Dirigente di Ricerca presso il Consiglio per IMG-20141127-WA0014la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura, che ha reso un interessante quadro delle biotecnologie agrarie e gli attuali studi sull’agroalimentare in Italia  e del Prof. Giuseppe Macino, Direttore Dipartimento Biotecnologie cellulari ed ematologia presso l'Università degli studi di Roma “La Sapienza” in un affascinante e interessante viaggio sull' Epigenetica e i piccoli RNA. La Dott.ssa Barbara Ficociello ha presentato i prodotti realizzati nel corso del Progetto dai ragazzi dell'Istituto DIAZ e dell'Istituto Rossellini, con una proiezione del Cortometraggio, illustrando le modalità di realizzazione e la Dott.ssa Giuditta Simoncelli ha presentato un approfondimento sui sistemi di apprendimento attraverso la didattica mediale e crossmediale, nell'integrazione tra l'uso della rete e dei social network.

IMG-20141127-WA0016L'impeccabile segreteria organizzativa, curata dalla Dott.ssa Patrizia Di Stefano e dalla Dott.ssa Chiara Scrocco, cui si deve la confezione grafica del materiale promozionale, si è avvalsa della collaborazione di due Studenti della Scuola Superiore, Gilla Mazzanti e Alessio Scarelli, che hanno curato con professionalità l'accoglienza dei docenti all'evento, la documentazione fotografica che a breve sarà edita su www.biotecnologiesicurezza.it.

Giuditta Simoncelli

divider

download_buttonScarica il materiale didattico e le slides del corso

I commenti sono chiusi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi