Il nuovo sportello

Un nuovo progetto coinvolge la nostra rete Biotecnologiesicurezza: "Sportello innovativo della conoscenza scientifica e tecnologica quale vettore e acceleratore dell'innovazione culturale e produttiva". Presentato a Tuscania il 20 giugno 2016 si propone come uno strumento di rete e realizzazione di importanti obiettivi.

divider

Presentazione dello Sportello Innovativo per il trasferimento e la diffusione dell’innovazione tecnico-scientifica nel settore della sicurezza agroalimentare

divider
Workshop INAIL

 Sportello Innovativo per il trasferimento e la diffusione dell’innovazione tecnico-scientifica nel settore della sicurezza agroalimentare

Santa Croce a Tuscania - la ex Chiesa medievale che domina la piazza del Comune - lo scorso lunedì 20 giugno 2016 ha “risuonato” in modo del tutto particolare. Non di musica si è trattato nel senso classico del termine ma di certo di armonia.

Questo ha voluto esprimere il regista e sceneggiatore Paolo Bianchini inserendo magistralmente, con spezzoni del film “Il sole dentro" la sua visione di centralità dell’impegno sociale nella tutela dei più fragili, argomento insolito in un contesto di elevato livello scientifico sul tema della Sicurezza agroalimentare.

Piero Iacono (INAIL), dopo il saluto del Sindaco Fabio Bartolacci e il suo impegno convinto a proseguire fattivamente un possibile comune percorso strutturato di collaborazione con INAIL, ha illustrato come gli obiettivi della ricercatrice Elena Sturchio, e in particolare il progetto "Sportello innovativo della conoscenza scientifica e tecnologica quale vettore e acceleratore dell'innovazione culturale e produttiva" presentato durante l’incontro, siano in linea con la Mission della Ricerca INAIL, favorendo e valorizzando il nesso tra la Mission e le attese del possibile modello d'innovazione territoriale di Tuscania.

Carlo De Petris (INAIL-DIT) è entrato poi nel merito del ruolo e dei risultati conseguiti dall’Ente nella riduzione degli infortuni. Non solo numeri di un successo oggettivo - che mai può essere soddisfacente - ma impegno forte nella promozione della cultura della sicurezza.

Lo Sportello, affidato all’ideazione e realizzazione dell’Organismo di ricerca CRF, intende essere  momento operativo di questa volontà di prevenzione e sviluppo della Ricerca INAIL, grazie anche al coinvolgimento di nuovi attori, idee e strumenti innovativi, a partire dalle famiglie e dalla scommessa sulla generosa creatività dei ragazzi che si apprestano ad acquisire le necessarie competenze universitarie.

Creatività e piacere che, come sottolineato da Giuseppe Macino (Accademico dei Lincei) e  in linea con quanto sostenuto da Luigi Berlinguer (Presidente del Comitato per lo sviluppo della Cultura Scientifica e Tecnologica del MIUR), questo sistema scolastico tende purtroppo a “spegnere”  proprio in un momento nel quale le straordinarie sfide scientifiche che ci aspettano necessitano di ricercatori competenti e appassionati.

Il messaggio che Luigi Berlinguer ha voluto far pervenire in video, a confermare la partecipazione convinta del Comitato  al progetto di “rete” che il convegno ha di fatto avviato,  ha richiamato alla centralità del piacere quale forza motrice essenziale a complemento del rispetto della conoscenza delle caratteristiche nutrizionali del cibo.

La grandissima attenzione mediatica sul cibo di questo momento storico e l’altrettanto facile accesso a un dilagante pericoloso pressapochismo, ha sottolineato Elena Sturchio, impongono che la comunità scientifica offra informazioni di riferimento che siano frutto di chiari percorsi di elaborazione e di validazione.

Lo Sportello, con il suo sito INNsite, si pone come strumento per realizzare tale obiettivo. La sua ideazione e realizzazione ha visto la partecipazione della Fondazione Universitaria Inuit di "Tor Vergata" che affiancherà INAIL e CRF nella sua gestione, come illustrato da Daniela Merella (Direttore INUIT), in modo coerente con il ruolo della Fondazione di essere anche strumento attuativo della Terza Missione dell’Università: il trasferimento dell’innovazione dal mondo della Ricerca alle Imprese e alla Società.

L’adesione di organizzazioni universitarie pubbliche e private e di rappresentanti dei Ministeri della Salute (Giuseppe Ruocco), dell’Ambiente (Carlo Zaghi) e delle Politiche agricole (Luca Bianchi) -che hanno voluto far pervenire messaggi di condivisione e incoraggiamento non formale all’iniziativa dello Sportello- va nel senso di confermarne la rilevante attualità degli obiettivi che si prefigge.

Un apprezzamento per l’iniziativa da scienziato esperto dei cambiamenti climatici e delle loro implicazioni nel settore agroalimentare, è stato espresso da Riccardo Valentini che ha anche dichiarato l’interesse della Regione Lazio a sostenere iniziative volte a promuovere una difesa attiva, etica e produttiva dei territori. La sicurezza della filiera agroalimentare di un territorio è infatti elemento fondamentale di un suo rilancio virtuoso nel senso di qualità della vita che può essere garantito dagli operatori del settore, dagli imprenditori agricoli, da quelli della trasformazione e del commercio, dagli Chef che sempre di più fanno tendenza e che stanno di conseguenza assumendo un ruolo di comunicatori di corrette pratiche: “La sicurezza dal campo alla tavola”.

Questo proprio il tema del primo modulo didattico che Elena Sturchio e CRF realizzeranno con la collaborazione di Luciano di Donato (INAIL - Sicurezza macchine) presso il "Campus Etoile Academy" di Tuscania a partire dal prossimo ottobre, come lo stesso Rossano Boscolo ha comunicato in un messaggio video che ha voluto far pervenire.

Ma la sicurezza dei prodotti che il nostro Paese è sollecitato a offrire sui mercati internazionali, ha sostenuto Nicola Marzaro (presidente dell’associazione Tecnologie alimentari), deve anche sottendere la cultura che il cliente estero si aspetta di percepire nell’autentico valore del made in Italy.

loca

Scarica la locandina

L’iniziativa dell’Accademia dei Lincei, comunicata da Giuseppe Macino, di promuovere oltre alle competenze scientifiche anche l’”Italiano argomentativo” va nel senso di questa necessità di superamento della preoccupante diffusa incapacità, tra persone scolarizzate, d’interpretazione e spiegazione anche di testi basilari in lingua italiana.

Livia Leoni (Università Roma Tre) ha dato annuncio del corso di Laurea in scienze e colture enogastronomiche che sperimenta un innovativo metodo didattico nel quale gli studenti degli Istituti alberghieri affinano la loro preparazione “tecnico-pratica” con quella più scientifica del percorso universitario.

In occasione del Convegno infine, Noemi Giammusso e Mauro Vecchio (Datalytics) hanno illustrato le modalità di funzionamento dell'"Osservatorio sugli sprechi alimentari" che CRF ha provveduto a realizzare in collaborazione con la brillante start up Datalytics, azienda che in poco tempo è divenuta leader nel settore dell'analisi in real time dei big data tramite l'utilizzo di piattaforme “social”; competenza che appare essere strumento anche per un possibile orientamento efficace proprio della Terza Missione della Ricerca.

Sul sito INNsite (www.innsite.it) sarà prossimamente disponibile l’infografica di tale Osservatorio. Il Convegno si è concluso con la visita alla Scuola Campus Etoile di Rossano Boscolo presso la quale si terrà il modulo didattico innovativo.

Il lunch, offerto dalla cooperativa sociale Il Colore del Grano, è stata apprezzata occasione d’incontro tra prodotti di eccellenza del territorio ed eccellente elaborazione e stile degli chef della Boscolo Etoile, in continuità con il percorso di connessione e contaminazione tra culture e conoscenze diverse nel settore agroalimentare - già intrapreso da alcuni anni – da Rossano Boscolo e dall’Organismo di ricerca CRF.

Uranio Mazzanti


GUARDA LA GALLERY

 

 Workshop INAIL

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I commenti sono chiusi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi